Alitalia: Delrio, ok pubblicazione bando

Alitalia: Delrio, ok pubblicazione bando

Infine: se ci saranno i presupposti, i commissari stanno valutando una azione di responsabilità verso gli ex manager.Sulla vicenda Alitalia, e sempre dai microfoni della trasmissione andata in onda ieri sera, è intervenuto anche Graziano Delrio, ministro dei Trasporti e renziano di ferro: "Ho litigato duramente con l'amministratore delegato di Alitalia perché accusava il governo italiano di non promuovere a sufficienza il turismo".

"Oltre ai costi di leasing e forniture dei carburanti Alitalia ha soprattutto un problema di ricavi dovuto allo scarso load factor, appena il 76%, che provoca uno scarso ritorno".

Sul caso Alitalia torna anche il ministro Delrio, parlando dello scontro che si è aperto nello scorso autunno quando in un'intervista l'allora numero uno di Etihad e vicepresidente di Alitalia, James Hogan, accusò il governo italiano di non aver rispettato gli impegni.

((Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224391, Reuters Messaging: alberto.sisto.reuters.com@reuters.net)). Un'operazione che farebbe risparmiare, per Gubitosi, tra i 100 e i 120 milioni.

"Questa è una crisi specifica di un'azienda che ha semplicemente sbagliato la strategia aziendale o, meglio, non ha messo in pratica con decisione le strategia aziendale che aveva annunciato". Laghi - ricorda Report - dal 2005 al 2008 è stato prima membro e poi presidente del collegio sindacale della vecchia Alitalia in dissesto. "La procedura di amministrazione straordinaria non ha avuto e non avrà alcun impatto sulla operatività e programmazione dei voli Alitalia - ha affermato il commissario straordinario al termine degli incontri -".

Le offerte potranno essere avanzate - da quanto si legge dal Bando - "da imprese individuali o in forma societaria di qualsiasi nazionalità, sia singolarmente sia congiuntamente con altre imprese individuali o in forma societaria (le Cordate)". L'azienda ha già fatto sapere che l'accordo va modificato, preferibilmente con l'ok delle organizzazioni sindacali. E che comunque il professor Laghi ha rassegnato le dimissioni da presidente di MidCo e amministratore di Cai, così come da altri incarichi impegnativi, prima della sua nomina a commissario straordinario di Alitalia.