WhatsApp: maximulta Ue da 110 milioni per Fb

WhatsApp: maximulta Ue da 110 milioni per Fb

Fa parte del diritto che regola la libera concorrenza ed è pensata per garantire che le imprese, in seguito ad una acquisizione, non acquisiscano un alto livello di potere sul mercato libero in modo da nuocere agli interessi dei consumatori, dell'economia e della società nel suo complesso. In particolare, il gruppo di Mark Zuckerberg aveva assicurato alle autorità comunitarie che non avrebbe collegato gli account dei propri utenti con quelli della chat, cosa che invece si è verificata a partire dal 2016. Inoltre, l'Antitrust europeo considera che i dipendenti di Facebook erano informati della possibilità di associare gli utilizzatori e che Facebook era consapevole dell'impartanza di questo aspetto per la valutazione comunitaria.

Il 20 dicembre 2016, la Commissione ha inviato una comunicazione 'Statement of Objections' a Facebook in cui ha descritto le sue preoccupazioni. "E impone a Facebook una sanzione proporzionale e dissuasiva - ha detto la Commissaria Vestager - La Commissione deve essere in grado di prendere decisioni sugli effetti delle fusioni sulla concorrenza nella piena conoscenza di fatti accurati ".

Nello specifico, Facebook procedeva a una combinazione massiccia dei dati personali degli utenti a fini pubblicitari. Di qui la sua negligenza nella violazione degli obblighi procedurali.

"Gli errori che abbiamo fatto nella nostra acquisizione del 2014 non erano intenzionali e la Commissione ha confermato che non hanno avuto impatto sul risultato del riesame. L'annuncio di oggi chiude la questione". Questa decisione suscitò l'ira di moltissimi utenti e portò la Commissione Europea ad avviare un'indagine formale.

La società di Zuckerberg, però, ha poi ammesso di aver commesso l'infrazione collaborando con la Commissione, e quindi quest'ultima ha deciso di ridurre la multa a 110 milioni dai quasi 250 milioni di euro potenziali, pari all'1% del fatturato 2016 del gigante social. L'informazione - affermano da Bruxelles - è stata messa nero su bianco due volte: sia nella notifica dell'operazione, che in una risposta a una richiesta di informazioni specifica della Commissione. Perché non è stato chiaro, anzi... circa il rapporto tra i dati dei facebook e quelli del nuovo social per la messaggistica acquistato nel 2014 per uasi 20 miliardi di dollari.