Banche: nuovi problemi per le ex popolari venete

Banche: nuovi problemi per le ex popolari venete

La Commissione europea alza il conto sul salvataggio delle due ex banche popolari venete.

Il problema principale è rappresentato dalle svalutazioni sui 18,7 miliardi di crediti deteriorati, di cui 9,6 miliardi sono sofferenze svalutate del 62 e del 59,4% rispettivamente per Pop Vicenza e Veneto Banca.

La morale di quello che sta avvenendo è quindi chiara. Stando a quanto si apprende nelle ultime ore, la cifra totale necessaria al salvataggio di Veneto Banca e Popolare di Vicenza continuerà ad assestarsi su quota 6,4 miliardi di euro.

A mutare sarà però la composizione di questa cifra. L'aumento del capitale richiesto risulta essere infine un compromesso tra le richieste più alte della Dg Comp (pari a 1,3 miliardi) e la controproposta italiana, pari a 7-800. Difficile ipotizzare un nuovo intervento di Atlante, impegnato su Mps. Per questo, secondo le ultime notizie, il salvataggio di Veneto Banca e Popolare di Vicenza potrebbe veder completamente cambiare i propri connotati.