Brasile, un audio inchioda il presidente Temer per corruzione

Brasile, un audio inchioda il presidente Temer per corruzione

O Globo non ha rivelato come sia entrato in possesso della registrazione che ha spiegato e' stata offerta in cambio di uno sconto di pena da Batista ed il fratello Wesley in un accordo con la procura.

Brasile, caos politico dopo le accuse al presidente Michel Temer: secondo quanto riferito, due imprenditori, i fratelli Batista, avrebbero consegnato alla giustizia delle registrazioni in cui il primo cittadino brasiliano ha autorizzato il pagamento di tangenti all'ex presidente dei Deputati, Eduardo Cunha.

Joesley Batista incontrò Temer il 7 marzo e durante l'incontro registrò la conversazione in cui Temer lo autorizzava a pagare una tangente a Cunha.

Neves è presidente del Partito socialdemocratico (Psdb), principale alleato del Partito movimento democratico brasiliano (Pmdb) al quale appartiene il presidente Michel Temer.

Appena diffusa la notizia, nelle tre principali città del paese centinaia di persone sono scese in piazza, impugnando striscioni con la scritta "Fora Temer", mentre il Congresso ha sospeso i suoi lavori per seguire i dettagli del nuovo scandalo che scuote la politica brasiliana.

E mentre si moltiplicano le voci su un possibile discorso di Temer alla nazione, la borsa di San Paolo ha registrato il peggior crollo dalla crisi del 2006. Il presidente brasiliano avrebbe avuto interesse a proteggersi dai casi di corruzione dietro alla sua campagna elettorale.

Intanto, dall'opposizione arriva la richiesta di impeachment per Temer.

Secondo O Globo, l'obiettivo di Temer era quello di comprare il silenzio di Cunha, suo ex alleato politico in carcere, per evitare eventuali delazioni contro la presidenza nell'ambito dell'inchiesta "Lava Jato".

Ma il presidente Temer non sembra intenzionato a dimettersi e ha invece fatto sapere alla stampa: "Sto vivendo il peggior momento della mia vita" e precisando che il presidente ritiene di essere stato vittima di una "cospirazione" da parte dei proprietari del gruppo Jbs.