Crollo del ponte A14: indagati i dirigenti di Autostrade, Pavimental e Delabech

Crollo del ponte A14: indagati i dirigenti di Autostrade, Pavimental e Delabech

Ci sono 41 indagati (37 persone fisiche e quattro società) nell'inchiesta sul ponte 167 dell'autostrada A14. Tra loro Roberto Tomasi, condirettore generale Nuove Opere, e i responsabili di procedimento, gli ing.

Per Autostrade per l'Italia sono stati chiamati in causa anche Francesco Paolo Calabria (responsabile Gare), Sergio Paglione (responsabile Area lavori di lotto) e Gianni Marrone (direttore di Tronco).

Tutti gli indagati sono accusati a vario titolo di disastro colposo, cooperazione in omicidio colposo, lesioni colpose e violazione delle norme sulla sicurezza. Le società coinvolte sarebbero invece Autostrade per l'Italia, Pavimental, Delabech (che ne aveva eseguito i lavori) e Spea Engeneering. Vincenzo Maccarone, oltre ai tre operai della Delabech rimasti lievemente feriti nel crollo Emil Cristanel Oprea, Fanel Ilie e Dumitru Scopet, sono parte lesa nel processo.

Tra i 41 indagati figurano anche i responsabili delle ditte della 'filiera' che si occupava dei lavori affidati alla Delabech in subappalto da Pavimental, società controllata da Autostrade per l'Italia. Saranno ore di lavoro che avranno di sicuro un seguito, già fissato per la notte tra il 29 e il 30 maggio, quando gli investigatori chiuderanno il tratto autostradale per analizzare il blocco, oggi diviso in due tronconi, franato durante le ultime fasi di soprelevamento.