Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Foligno per Nemetria

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Foligno per Nemetria

"Il richiamo alla vitalità delle comunità locali, consente al percorso di questa conferenza di essere veramente possibile e conforme alla nostra Costituzione". "L'importanza di questo vincolo tra etica ed economia, va esteso al tessuto vivo del Paese, ed è testimoniata dalla crisi del 2008 - ha aggiunto il Presidente Mattarella - provocata da distorsioni di comportamenti ed anche dalla cinica indifferenza rispetto a queste distorsioni". Lo ha detto il Preidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Foligno, Auditorium San Domenico, alla XXV Conferenza Etica ed Economia che in questa edizione ha affrontato il tema "Comunità locali, investimenti, redistribuzione".

Le parole del presidente "Il rapporto tra Etica ed Economia non si può esaurire in semplici regole da rispettare - ha rilevato il Capo dello Stato- ma, se viene assunto come criterio connaturale per la vita delle comunità locali, ecco che il rispetto di questo collegamento è molto più efficace, proprio perché vissuto come spontaneo". Il merito di Radi - ha proseguito - è stato di aver capito che il locale deve sempre confrontarsi col globale soprattutto sulla dimensione dei valori, etica e cultura prima di tutto.

Radi "Siamo pienamente soddisfatti per la splendida riuscita dell'evento e ringrazio, a nome mio e di Nemtria - dichiara la segretaria generale Laura Radi - il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e tutti i relatori intervenuti, per le parole di elogio che hanno riservato a Nemetria, e per gli omaggi che hanno voluto rivolgere a mio padre Leonello Radi".

Successivamente il Capo dello Stato ha fatto tappa a Spello per visitare i mosaici della Villa Romana di Sant'Anna. Accolto intorno alle 9.30 all'auditorium San Domenico dai bimbi delle scuole e dalle massime autorità civili dell'Umbria, il Capo dello Stato ha incontrato brevemente il sindaco Nando Mismetti, che lo ha invitato a tornare in città per le celebrazioni del ventennale del terremoto. Oltre che dalla cittadinanza che si è radunata nei pressi della Villa. "La risposta è non solo in una fase dello sviluppo ma nell'attenzione dei valori etici e morali necessari a ricostruire la fiducia economica", ha ribadito la presidente. Il Capo dello Stato, è stato accolto dal sindaco Moreno Landrini, dalla presidente Marini, dalla vicepresidente della Camera, Marina Sereni, dal prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro e dalla Soprintendente per archeologia, belle arti e paesaggio dell'Umbria Marica Mercalli. Al cui interno è stata realizzata una speciale infiorata.

Mismetti A ricordare che Nemetria è nata nel 1987 a Foligno, dove poi nel 1991 ha organizzato la prima edizione della Conferenza di etica ed economia è stato il sindaco Nando Mismetti che ha calcato la mano sulla solidarietà: "Va individuato un nuovo umanesimo per rimettere al centro la persona e quindi elaborare una nuova idea di sviluppo capace di attenuare le disuguaglianze sociali, condizione essenziale per ridare slancio ai territori". Sulle finestre del borgo sventolano, invece, bandiere tricolori e su un terrazzo campeggia uno striscione con su scritto: "Benvenuto Presidente".