Incendio Pomezia, Lorenzin: "No diossina aree circostanti gli abitati e alimenti"

Incendio Pomezia, Lorenzin:

Ad essere ascoltati dalla sesta commissione del Consiglio regionale, competente in materia di ambiente, lassessore regionale Mauro Buschini, il direttore di Arpa Lazio Marco Lupo, il direttore della Asl Roma 6 Narciso Mostarda, la dirigente dellArea Ciclo integrato dei rifiuti della Regione Lazio, Flaminia Tosini, e il sindaco di Pomezia Fabio Fucci. In relazione all'incendio divampato lo scorso venerdì 5 maggio, sono stati effettuati i campionamenti nell'area del territorio comunale di Aprilia ricadente nel raggio di 5 km (Torre Bruna/Casalazzara), così come concordato durante gli incontri coordinati dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio-Toscana. "Non abbiamo riscontri negativi". Due giorni fa il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin si era regata sul luogo del rogo per un sopralluogo insieme al sindaco di Pomezia Fabiop Fucci.

Attualmente è in corso anche il monitoraggio della produzione di latte ovino, considerato che per gli ovini è in uso il pascolo esterno diversamente che per i bovini da carne o latte, i quali sono tenuti all'interno di stalle ed alimentati con foraggi prodotti nella passata stagione. "L'altro dato veramente molto positivo è che dalla centralina dell'Arpa messa sul comune di Pomezia non è stata rilevata la presenza di diossina, quindi possiamo stare abbastanza certi che i cittadini non abbiano avuto nessuna esposizione diretta né indiretta attraverso gli elementi", ha infine concluso. Risulta possibile che l'incendio si sia sviluppato inizialmente dal materiale accatastato nel piazzale dell'azienda e, subito dopo, le fiamme, in una specie di effetto domino, si sarebbero propagate anche ai materiali conservati all'interno dei capannoni.