La pizza piace anche ad Apple: brevettata una scatola ad hoc

La pizza piace anche ad Apple: brevettata una scatola ad hoc

Deve essere stato questo il pensiero che ha spinto la Apple a ideare un proprio contenitore per la pizza, rotondo e studiato nei dettagli. Sì, avete letto bene: nessuna diavoleria elettronica, né un gadget con funzionalità smart.ma una semplice, tradizionale, scatola per le pizze dalla forma circolare. Potremmo capire la vostra perplessità se in un tale disegno ciò che si va a puntualizzare del futuristico Apple Park sia una confezione per trasportare la pizza il cui brevetto venne depositato 7 anni fa.

Registrato nel 2010 e pubblicato nel 2012, il brevetto descrive una scatola rotonda in materiale ecosostenibile e resistente, con forellini sul coperchio per disperdere l'umidità e anelli concentrici in rilievo sul fondo per dare aria alla base della pizza.

Lo strumento sarebbe stato ideato per permettere ai dipendenti di prendere la pizza presso la caffetteria e consumarla comodamente presso la propria postazione, senza il rischio di sporcare la scrivania o macchiare eventuali documenti.

Come primo inventore del brevetto figura Francesco Longoni, a capo del team di Apple responsabile del cibo.

La scatola sarà pure hi-tech, ma speriamo che il costo non superi quello del prodotto in essa contenuto e che l'intera operazione non risulti una perdita di tempo e di investimenti; perché in fondo quello che conta davvero è La Pizza, quella lasciamola così com'è.

Il successo di Apple, oltre che per i prodotti e servizi messi a disposizione del pubblico, viene evidenziato anche dagli importanti progressi che il colosso di Cupertino continua a fare nell'accquisizione di piccole aziende che le consentono di acquisire nuove competenze e tecnologie innovative, ma anche dai brevetti che costantemente Apple deposita e che si riferiscono a prodotti che l'azienda ha messo a disposizione del pubblico ma anche tecnologie e innovazioni piuttosto peculiari.