Rogo Pomezia, ancora fumo dallo stabilimento Eco X: sos dei residenti

Rogo Pomezia, ancora fumo dallo stabilimento Eco X: sos dei residenti

Sul posto i vigili del fuoco e forze dell'ordine.

Attorno alle 19:30 di ieri sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco.

Roma, 16 mag. (AdnKronos Salute) - "I dati che ci stanno continuando a pervenire sono assolutamente positivi, ed escludono presenza di diossina nell'area circostante i centri abitati". Secondo quanto testimoniato sulle piattaforme web, la nuova colonna di fumo sarebbe stata visibile da chilometri di distanza, riacutizzando la paura dei cittadini per le possibili sostanze nocive sparse nell'aria: finora sono state oltre mille le segnalazioni fatte pervenire all'Osservatorio nazionale amianto (che incontrerà gli abitanti dell'area di Pomezia il prossimo 20 maggio) riguardanti sintomi di nausea, vomito e altri scompensi causati dagli odori nauseabondi. Su tali matrici sono state ricercate le seguenti sostanze: IPA (idrocarburi policiclici aromatici); PCB (policlorobifenili) e Diossine. Il rogo aveva originato una nube che ha causato, come ha detto l'Arpa due giorni fa, "un danno all'ambiente". "Al Presidente Zingaretti, grande assente in questi giorni di emergenza, ho chiesto un controllo straordinario su tutti gli impianti di stoccaggio rifiuti che insistono sul nostro territorio".