Antonio Piazza racconta una scena di Sicilian ghost story

Antonio Piazza racconta una scena di Sicilian ghost story

Ad aprirla, quest'anno, per la prima volta, è un film italiano, arrivato proprio oggi, 18 maggio, al cinema.

In una featurette svelata da BIM lo scenografo Marco Dentici racconta, insieme ai registi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, la magia del bosco. Luna, compagna di classe innamorata di lui, decide di non rassegnarsi alla sua sparizione misteriosa e si ribella al clima di omertà che circonda il paese e i suoi abitanti. "Questo successo dimostra la vitalità e l'originalità degli autori siciliani che trovano sempre più spesso ribalte internazionali, ma rafforza anche il senso e la funzione dei nostri uffici per la ricerca e la valorizzazione dei migliori talenti siciliani". Intraprende allora un cammino pericoloso che la porta nelle viscere di un mondo oscuro che sembra aver inghiottito il ragazzo e che ha in un lago una via d'accesso arcana. E proprio attraverso questo lago i due, in qualche modo, riusciranno a rincontrarsi.

Chi sono Fabio Grassadonia e Antonio Piazza? Quando Giuseppe scompare rapito per vendetta dalla mafia lei non si dà per vinta sfidando regole e tabù misteriosi. "C'è stato un appiattimento delle storie, che sono diventate interscambiabili, mentre la straordinarietà di certi percorsi professionali antimafia è stata annacquata dalle fiction di maniera". Luna è uscita dai suoi incubi come una novella Alice nel Paese delle Meraviglie in versione contemporanea e si è aperta alla vita. Sono vicini seppur così lontani, sono forti, seppur così giovani ed indifesi. L'intuizione di una collisione fra un piano di realtà e un piano fantastico del racconto ci ha fatto riconoscere gli elementi che da tempo avevamo davanti agli occhi: un fantasma e la colpa di un mondo che sopprime bambini.

Il 23 novembre 1993, Giuseppe Di Matteo, figlio del "pentito" di mafia Santino Di Matteo, viene prelevato da uomini vestiti da poliziotti nel maneggio che frequenta. Fu ridotto ad una larva e poi strangolato e sciolto nell'acido l'11 gennaio 1996.

Il cast del film è composto da: Julia Jedlikowska (Luna), Gaetano Fernandez (Giuseppe), Corinne Musallari, Lorenzo Curcio, Andrea Falzone e Federico Finocchiaro. Al loro fianco gli attori Sabine Timoteo, Vincenzo Amato, Filippo Luna e Nino Prester.

"Sicilian Ghost Story" è il film d'apertura della Settimana della Critica al Festival di Cannes 2017.