Casa, compravendite +18,9% in 2016, stabili nuovi affitti

Casa, compravendite +18,9% in 2016, stabili nuovi affitti

È quanto emerge da un rapporto dell'Agenzia delle entrate in collaborazione con l'associazione bancaria italiana.

Con un balzo del 18,9%, nel 2016 il mercato della casa in Italia cresce per il terzo anno consecutivo (dopo il +6,5% di compravendite nel 2015 e il +3,5% nel 2014), arrivando a circa 534mila abitazioni acquistate.

Altro dato interessante che viene messo in rilievo nel Rapporto dell'Agenzia delle Entrate riguarda la superficie degli immobili ad uso abitativo acquistati e venduti nel corso del 2016: leggermente in crescita anch'essa, che passa da 105,2 a 106,6 metri quadrati.

Clicca qui per accedere al documento integrale.

La durata media mutuo è sostanzialmente stabile a 22,5 anni, distribuita in maniera più o meno omogenea tra le aree del Paese. Scende anche, in media, la rata mensile che, dai 592 euro osservati nel 2015, passa a 570 euro. Parallelamente, scende il tasso di interesse dei mutui: nel 2016 è sceso ancora di 0,44 punti percentuali, portandosi al 2,31%.

I tassi mutui medi risultano più elevati al Sud (2,56%) e al Centro (2,46%), mentre i più bassi si registrano nelle regioni del Nord (2,18%). Nel 2016 il numero di nuovi contratti di locazione è stato pari a 1.690.520, l'1,3% in più rispetto al 2015, per un totale di oltre 1,7 milioni di immobili locati.

Siamo tornati a comprare casa in Italia. E commentando questi dati, il direttore generale dell'Abi ha sottolineato che "e' ormai chiaro che siamo usciti dalla crisi" che "ha messo a dura prova anche le famiglie italiane". E parlando di mutui, ad incentivare l'acquisto immobiliare anche il miglioramento delle condizioni dei prestiti, "decisamente favorevoli in termini di costo del credito".

Ulteriori approfondimenti. Il Rapporto immobiliare 2017 è disponibile gratuitamente per la consultazione sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, nella sezione Pubblicazioni dell'Osservatorio del Mercato Immobiliare.