Napoli, Sarri: "Vogliamo tutti i record possibili. Fiorentina? Difficile, giocano sul possesso"

Napoli, Sarri:

Oltre alle assenze per squalifica di Acerbi e Borja Valero, Paulo Sousa dovrà rinunciare domani sera, contro il Napoli al San Paolo, a Carlos Sanchez. Non sarà un match facile per i viola contro una delle squadre più in forma del campionato. Gli uomini di Sarri sono reduci dal roboante 5-0 fuori casa al Torino, i viola hanno steso tra le mura amiche la Lazio 3-2.

Guarda il nuovo video di Shara! Chi ha più soldi vince? "Ha messo in campo un'idea di gioco con tanta qualità".

Il Napoli non e' padrone del suo destino nella corsa al secondo posto "ma siamo soddisfatti di quello che facciamo e vorremmo arrivare in fondo per avere una base importante per continuare poi a far bene".

Per esser sempre aggiornato su tutto ciò che succede nella tua città seguici anche su facebook, diventa fan della nostra pagina! "Siamo stati comunque in grado di dargli spesso fastidio e ci proveremo anche questa volta".

Sul sogno scudetto: "Il sogno deve riguardare noi, non la stampa, voi dovete raccontare le cose come stanno, ma non succede quasi mai". Io lo vedo più come un giocatore offensivo.

Problemi di abbondanza per Sarri visto che, come al solito in queste ultime settimane di campionato, il tecnico toscano può contare su tutta la rosa a disposizione. Resta il rammarico per qualche errore che ci è costato qualcosa, ma i giocatori hanno la mia completa fiducia.

Dopo aver brevemente commentato il rinnovo di Mertens ("Sono contento, anche se in questo momento penso solo alla Fiorentina"), Maurizio Sarri ha continuato a parlare del momento degli azzurri: "Il nostro è un calcio gradevole da vedere, ma poi bisogna saper unire le prestazioni al risultato". Sui complimenti al gioco della squadra sul fatturato: "Piacevole sentire i complimenti sul nostro modo di giocare ma alla fine l'obiettivo è vincere le partite". L'approccio psicologico sarà fondamentale, per noi è sempre positivo.

"Contemporaneità delle partite? Lo fanno in altri campionati, noi no. Lo sappiamo dall'inizio dell'anno quindi lo dobbiamo accettare".