Rolex e favori agli armatori. Indagati sottosegretaria Vicari e Crocetta

Rolex e favori agli armatori. Indagati sottosegretaria Vicari e Crocetta

In cambio Fazio avrebbe ottenuto l'utilizzo di auto lussuose, l'assunzione del nipote Roberto Fazio alla Liberty Lines e contributi per la campagna elettorale. Tra gli altri, sono indagati anche Simona Vicari, sottosegretaria alfaniana alle Infrastrutture e il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta.

Tra gli indagati, anche Marianna Caronia, già parlamentare regionale siciliana sulla quale si ipotizza l'ottenimento di una liquidazione superiore dalla Siremar per mezzo di Morace.

L'operazione "Mare mostrum" ha registrato "un notevole attivismo" dell'armatore Ettore Morace, arrestato per corruzione insieme al deputato regionale Girolamo Fazio e a un dirigente regionale, in relazione a un presunto giro di tangenti sull'affare del trasporto marittimo, "nel tessere una vasta e diversificata rete di supporto politico-istituzionale, a livello regionale e nazionale": e' quanto sostiene l'Arma dei carabinieri. Il presidente della Regione è accusato di concorso in corruzione e avrebbe ricevuto un avviso di garanzia notificato dai carabinieri. In cambio di due Rolex, la senatrice avrebbe presentato un emendamento che abbassava dal 10 al 4% l'iva sui trasporti marittimi, con un risparmio di milioni di euro per la società di Morace.

Sia Fazio, candidato sindaco di Trapani, definito dal gip "stabilmente asservito a Morace", che l'armatore, sono stati arrestati per corruzione.

La contestazione riguarda la modifica di un emendamento per ridurre dal 10 al 4 per cento l'Iva sui trasporti marittimi urbani, interamente a carico degli armatori, e sarebbe indagato anche un altro esponente di partito. In cambio dei favori sarebbe stato consegnato un Rolex. Infine Morace avrebbe assunto la figlia di un sottufficiale dell'Arma in servizio a Perugia che raccoglieva informazioni in danno del suo ex concorrente storico, il messinese Franza.