Colombia, bomba in un centro commerciale nel quartiere turistico di Bogotà

Colombia, bomba in un centro commerciale nel quartiere turistico di Bogotà

Il sindaco ha comunicato che si è trattato di un atto davvero vile e che dopo quanto accaduto le forze dell' ordine del posto, si sono concentrate sull' Esercito di liberazione nazionale che è uno dei pochi movimenti rivoluzionari ancora attivi in Colombia. Il bilancio è di tre donne morte e 11 feriti, di cui 3 gravi. Il caso è stato, infatti, affidato all'antiterrorismo.

Identificata una delle tre vittime: Julie Huynh, 23 anni francese, da sei mesi a Bogotà come volontaria in una scuola di un quartiere povero.

L'addetto stampa dell'ambasciata russa a Bogotá Denis Chromov ha riferito a Ria Novosti, che fino ad ora, non ci sono informazioni sulle vittime dell'esplosione, ma l'ambasciata continua a seguire la situazione.

La deflagrazione è avvenuta nel bagno delle delle donne al secondo piano del Centro Andino, nel cuore del quartiere turistico della capitale della Colombia.

Enrique Penalosa lo ha definito un "un codardo attacco terroristico". Tuttavia, alla domanda dei giornalisti se il gruppo di guerriglieri Eln potrebbe essere responsabile, ha risposto: "Nessuna ipotesi può essere esclusa".