Urla e spintoni in Senato, la ministra Fedeli finisce in infermeria

Urla e spintoni in Senato, la ministra Fedeli finisce in infermeria

Evidentemente si tratta di un tema molto sentito che riguarda l'identità nazionale ma che ripropone anche la forte conflittualità nel centro - destra anche tra la Lega e Casa Pound. Io mi auguro che lo Ius Soli venga respinto in Senato, in caso contrario saremo pronti a fare ricorso.

Il presidente del Senato Pietro Grasso, è stato costretto ad espellere il senatore leghista, Sergio Volpi.

Altissima tensione a Palazzo Madama subito dopo la decisione dell'aula di dare il via libera all'esame del ddl sullo ius soli si è scatenata nell'emiciclo una vera e propria bagarre, ad opera soprattutto dei senatori della Lega Nord, molti dei quali esponevano cartelli di protesta contro il provvedimento. Mentre il senatore Volpi è stato espulso per un "vaff." verso la presidenza. Mira aggiustata, dunque, anche alla luce di quanto affermato circa sei mesi fa, a metà della sua amministrazione, quando si espresse, su Twitter, con parole piuttosto diverse in merito alla questione: "I rifugiati sono nostri fratelli e sorelle". Per la Cgil, l'approvazione della legge di riforma della cittadinanza è "un atto di civiltà che non può essere ulteriormente rimandato". Nella maggioranza c'è chi tira un sospiro di sollievo all'idea che di ius soli si torni a parlare solo dopo le amministrative: la settimana prossima in calendario ci sono altri appuntamenti, dalla discussione delle mozioni su Consip alla relazione del premier Gentiloni sul Consiglio europeo. E in poco tempo ne arrivano quasi 50mila. "Stop allo Ius Soli". "Ma o fanno un maxiemendamento che poi per forza deve tornare alla Camera, o devono mettere quattro fiducie", gongola Roberto Calderoli, conoscitore astuto dei regolamenti parlamentari. In assenza di tale dichiarazione potrà essere il diretto interessato a richiederla, entro il 20esimo anno. Come spiegato dai militanti in una nota del vicepresidente Di Stefano, "era stata assegnata la piazza delle Cinque Lune ma abbiamo provato a spostarci sotto le finestre del Senato con le braccia alzate". Ma del resto era prevedibile che accadesse.