Usa: Bill Cosby, processo nullo

Usa: Bill Cosby, processo nullo

Lo riportano i media americani.

Lo afferma Camille Cosby, la moglie di Bill Cosby, in un comunicato letto dai legali dell'attore fuori dal tribunale.

Ora i procuratori dovranno istruire un altro procedimento contro il 79enne attore sulla base delle accuse presentate da Andrea Constand, ex direttrice della squadra di basket della Temple University di Filadelfia, che lo ha accusato di averla drogata e poi stuprata nel 2004 nella casa dell'attore a Filadelfia.

Oggi il giudice Steve T. O'Neill ha dichiarato il "mistrial", cioè ha annullato il processo a carico del "papà d'America" perché la giuria - 7 uomini e 5 donne - non ha raggiunto l'unanimità necessaria affinché il verdetto di colpevolezza fosse valido. Ma, secondo una portavoce della procura, la mossa non sarà immediata. Lo ha deciso un trubunale americano al termine di 50 ore di camera di consiglio che non hanno consentito di arrivare a un verdetto unanime. Un giudice arrogante, un'accusa ambiziosa, e media che brutalmente informazioni non vere solo per il gusto del sensazionalismo.

Con l'annullamento del processo l'accusa può decidere di intraprenderne uno nuovo ma per essere efficace devono essere portate nuove prove. "È troppo presto per festeggiare, My Cosby". Cosby è finito sotto processo con l'accusa di aver drogato e violentato una donna dieci anni fa, ma ci sono anche diverse altre donne che sostengono di aver subito abusi dall'attore de "I Robinson". "La giustizia è dietro l'angolo", aggiunge dopo che il giudice ha dichiarato il processo nullo.