Botulino 'killer': 2 studenti gravi dopo aver mangiato conserve di casa

Botulino 'killer': 2 studenti gravi dopo aver mangiato conserve di casa

E invece due studenti fuori sede di 27 e 21 anni sono ricoverati da ieri in gravissime condizioni nel Reparto di rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di #Perugia. Per questi motivi le conserve devono essere opportunamente trattate al fine di scongiurare gravi conseguenze che possono comportare anche il decesso.

Perugia - Sono arrivati in ospedale dopo una terribile notte tra vomito, vertigini e dolori gastrointestinali. Sono giunti in codice rosso domenica mattina, uno di loro ha avuto anche un arresto cardiaco. Ci è voluto poco tempo in ospedale per capire la situazione grave, sono stati sufficienti i test antiveleni a cui sono stati sottoposti i due ragazzi, che risiedono a Monteluce e studiano all'Università di Perugia.

I due ragazzi sono costantemente monitorati dai medici, che giudicano le loro condizioni molto severe. Anche al pronto soccorso è stato richiamato in soccorso il medico reperibile.

I due studenti, secondo quanto ha reso noto l'azienda ospedaliera, avrebbero subito un'intossicazione da botulino. Nel frattempo prosegue il monitoraggio dei parametri vitali dei due pazienti, con il personale della rianimazione in costante contatto con i familiari dei due giovani.

I cibi non erano stati adeguatamente conservati e, una volta consumati, hanno comportato una grave intossicazione alimentare da botulino. Il botulino è un batterio pericolosissimo per il corpo umano.