Furgone investe pedoni a Londra: attacco vicino a una moschea, diversi feriti

Furgone investe pedoni a Londra: attacco vicino a una moschea, diversi feriti

La polizia sta indagando su quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì 19 giugno dinanzi alla moschea londinese di Finnsbury come "un potenziale attacco terroristico". Lo ha dichiarato la premier Theresa May, annunciando la riunione di un comitato di emergenza da lei stessa presieduto in mattinata.

Il furgone bianco ha travolto la folla subito dopo la preghiera serale nel mese sacro del Ramadan. Al momento si contano un morto accertato e almeno otto feriti, mentre l'uomo alla guida é stato arrestato dalla polizia. La zona in cui è accaduto il fatto è quella di Seven Sisters road.

Il furgoncino è arrivato diretto sui pedoni, ha raccontato chi era presente, e alcuni sono riusciti a evitarlo saltando ai lati del marciapiede, mentre altri sono stati colti di sorpresa e investiti. Con lui, sempre per alcuni testimoni, ci sarebbero stati due complici.

"Chiunque ha fatto questo, lo ha fatto per colpire delle persone e questo é terrorismo".

Attorno alla moschea, in ogni caso, l'atmosfera + d'angoscia, con segnali crescenti di collera. Il leader dell'opposizione laburista britannica, Jeremy Corbyn, si è detto stanotte "totalmente scioccato" dell'episodio.

La polizia britannica é schierata in forze. Secondo diverse organizzazioni musulmane, sarebbero stati presi di mira i fedeli della moschea di Finsbury Park. Una decina di anni fa vi trovò la sua tribuna Abu Hamza, predicatore d'odio poi arrestato ed estradato infine negli Usa; e fu frequentata anche da Richard Reid, l'uomo che nel 2001 cercò di far esplodere un ordigno nascosto nella sua scarpa su un volo American Airlines Parigi-Miami.