Londra, camion sulla folla vicino alla moschea: un morto, almeno 12 feriti

Londra, camion sulla folla vicino alla moschea: un morto, almeno 12 feriti

Un imam della moschea di Finsbury Park a nord di Londra ha evitato che la folla linciasse l'autista subito dopo l'incidente e lo ha 'protetto' fino all'arrivo della polizia. "Non abbiamo ancora tutti i dettagli ma questo è stato chiaramente un attacco deliberato contro londinese innocenti, molti dei quali avevano appena finito di pregare durante il mese sacro del Ramadan", si legge sul post. "Se (l'accaduto) appare come un attacco contro una particolare comunità, esattamente come i terribile attentati di Manchester, Westminster e London Bridge, altresì si tratta di un attacco contro tutti i nostri valori condivisi di tolleranza, libertà e rispetto". Tutti i presenti hanno raccontato di quel van piombato sulla gente ad alta velocità e di persone, giovani e anziani, colte di sorpresa e sbalzate sull'asfalto. Dopo aver investito le persone, l'uomo sarebbe sceso dal veicolo con un coltello in mano e avrebbe colpito almeno una persona. "Hanno dovuto aiutarmi anche altri per tenerlo fermo".

La notizia ha trovato conferma in una nota della polizia che indica in Seven Sisters road la zona dell'allarme e riferisce di un arresto effettuato. Aleggia l'ombra di un possibile doppio standard di giudizio.

Il primo a parlare di attacco terroristico è stato il sindaco di Londra, Sadiq Khan, come si legge anche in un post su Facebook. Shafiq si dichiara "scioccato". La premier ha condannato l'attacco, così come il leader laburista Corbyn.

La moschea di Finsbury Park e i luoghi vicini dal 1994 in poi è stata il nido dello jihadismo britannico. L'uomo arrestato ha 48 anni. Alcuni agenti poi lo hanno sottratto alla folla per arrestarlo.