Maldini si dà al tennis: sfida i professionisti

Maldini si dà al tennis: sfida i professionisti

L'appuntamento è dal 24 giugno al 2 luglio a Milano, il palcoscenico sarà quello dell'Aspria Harbour Club: l'ex difensore, tra i calciatori più vincenti della storia, festeggerà il suo 49º compleanno (è nato il 26 giugno) bagnando il suo esordio da pro con la racchetta in mano. Svestirà i panni di ex difensore per passare all'attacco, magari sottorete, nel torneo di doppio, al quale ha ottenuto di partecipare grazie alla conquista di una 'wild card', facendo coppia con il proprio maestro-coach Stefano Landonio, 45 anni, ex ottimo giocatore, che oggi lavora nell'Aspria Harbour club. Il club ha messo in palio un posto nel tabellone principale e l'ex capitano rossonero se l'è aggiudicato vincendo il torneo "rodeo". "Le premesse per giocare bene c'erano - racconta Landonio - era il nostro primo impegno agonistico, però con Paolo ci era già capitato di giocare alcune esibizioni, in occasione di eventi benefici". È dotato di un buon servizio, di discreti colpi e sta migliorando nel gioco al volo. Non emerge in nulla di particolare, ma non ha nemmeno punti deboli. Sulla terra battuta è un po' diverso, penso che potrebbe valere un 4.1.

Incredibile ma vero, Paolo Maldini debutterà come tennista professionista. Avendo iniziato a giocare così tardi, appena 5-6 anni fa, ha qualche lacuna sul piano tecnico. Di sicuro, in virtù del suo passato, possiede doti mentali e fisiche fuori dal comune.

Maldini conquista la Wild card per l'Aspria Tennis Cup. L'evento diretto da Massimo Lacarbonara e organizzato dalla Makers di Carlo Alagna può contare su tre top-100 ATP (Marcel Granollers, Thiago Monteiro e Marco Cecchinato), oltre a un campione come Tommy Robredo e due eroi della Davis argentina, Federico Delbonis e Guido Pella.