Mali, residence frequentato da turisti occidentali sotto attacco

Mali, residence frequentato da turisti occidentali sotto attacco

Non è ancora chiaro se ci siano vittime.

Intanto è stato reso noto che le forze speciali maliane intervenute sul posto hanno liberato almeno 20 ostaggi prigionieri.

Jihadisti hanno assalito un compound degli occidentali alla periferia di Bamako, la capitale del Mali, dove si trova "Le Campement", un resort e strutture sportive dove la comunita' straniera che risiede nel paese africano si ritrova abitualmente. Modibo Diarra, un testimone che vive nei dintorni, ha sottolineato come l'attacco potrebbe essere iniziato con degli spari, che hanno seminato il panico nei turisti presenti in quel momento.

L'attacco nella capitale maliana, Bamako, è compiuto da "jihadisti presunti" contro i quali sono stati mobilitati le forze speciali del Mali, i militari dell'operazione francese Barkhane e quelli dell'Onu, secondo un responsabile del ministero della Sicurezza. "Le forze di sicurezza sono in campo". Nel giorno del trionfo di Emmanuel Macron nel ballottaggio delle legislative francesi i terroristi hanno colpito di nuovo: fuori della Francia ma in una sua "zona d'influenza" e in un luogo frequentato da occidentali. E anche se non c'è finora alcuna rivendicazione il messaggio suona come un ennesimo, sinistro avvertimento.

D'altra parte non è la prima volta che alberghi e resort in Mali finiscono nel mirino dell'estremismo islamico.

Sempre secondo i media africani, durante l'attacco i jihadisti avrebbero gridato 'Allah Akhbar'.