Maturità al via il 21 per 500.000: febbre toto-tracce

Inizia il 21 giugno la maturità per l'anno scolastico 2016/2017 e, oltre che al tototracce per i temi e agli ultimi ripassi, è tempo anche di calcoli.

Anche per la maturità di quest'anno gli studenti sono corsi ai ripari. Per quanto riguarda l'analisi del testo la credibilità di questa tesi è molto elevata, e il nome più gettonato è quello dell'autrice sarda Grazia Deledda: verismo, decadentismo, amore e lotta tra bene e male potrebbero davvero costituire una traccia d'esame. Sarà opportuno conoscere a fondo la propria tesina di maturità, in modo da non mostrarsi impreparati e poter dare un indirizzo "favorevole" allo sviluppo dei quesiti da parte dei commissari interni ed esterni agli esami di maturità 2017.

Gli studenti stanno già cercando di indovinare quali potrebbero essere le possibili tracce per la prima prova. Li ottengono solo gli studenti che hanno raggiunto un punteggio di almeno 70/100, tra le prove scritte e quelle orali (su un totale di 75), e che hanno "credito di 15 punti", come stabilito dal Miur. Ai maturandi dà tre consigli su come affrontare la prima prova. Primo consiglio sulla scelta dell'argomento e i tempi di esecuzione: scegliere l'articolo solo se si ha già esperienza di scrittura giornalistica, l'analisi del testo se si ha una buona conoscenza della letteratura italiana del '900, altrimenti optare per il tema di ordine generale o il saggio breve. Anche Umberto Saba potrebbe essere il protagonista delle tracce, anche in considerazione del fatto che il venticinque agosto ricorre il sessantesimo anniversario della sua morte.

Complessivamente in Sicilia saranno poco più di 47mila gli studenti impegnati con gli esami di maturità. Possibile anche Ugo Foscolo, così come Luigi Pirandello.

Quando il maturando si trova davanti al foglio con le tracce della prima prova della maturità, deve capire come svolgere al meglio quella scelta per sostenere l'esame.

Le tracce per il saggio breve o articolo di giornale oggetto della maturità 2017 potrebbero riguardare invece la comunicazione e la globalizzazione. Praticamente un terzo dei maturandi lo vede come tema d'attualità per eccellenza.

Dopo aver scritto il tema vero e proprio, prestando attenzione al linguaggio (né troppo semplice, né troppo 'ampolloso') alla grammatica, all'ortografia e alla punteggiatura, è importante accertarsi che la traccia sia stata svolta per intero, secondo le indicazioni fornite dal Miur: è importante perciò controllare prima di riportare tutto in bella copia. Il ministro Fedeli in prima persona si è battuta per il riconoscimento delle unioni civili e ha proposto un disegno di legge contro il femminicidio. Per questo motivo, nel 2017 i 60 anni dei Trattasti di Roma potrebbero portare sui vostri banchi di Maturità la tematica sulla nascita della Comunità Europea. Chi decide per questo tipo di elaborato dovrà tener presenti i documenti proposti dal Miur e riflettere, in maniera critica, sull'argomento su cui verte la traccia.