Rogo di Londra: Gloria Trevisan e Marco Gottardi sono morti

Rogo di Londra: Gloria Trevisan e Marco Gottardi sono morti

Sono almeno 76 le persone contate come "disperse" in seguito al devastante incendio della Grenfell Tower di Londra.

Così quando le fiamme e il fumo hanno avvolto il palazzo senza lasciare via di scampo, Gloria ha deciso di dire addio alle sue amiche inviando loro un messaggio. Ad ascoltarla dall'altra parte del telefono le sue migliori amiche Vanessa e Marta. Ma la mamma e il papà di Gloria, Emanuela e Loris, non ce l'hanno fatta a farsi vedere. Un rivestimento che, ha detto il ministro "è infiammabile e pertanto è proibito sia in Europa, che nel Regno Unito e negli Stati Uniti".

Intanto, la premier britannica Theresa May ha diffuso una dichiarazione in cui, a proposito dell'incendio nel grattacielo Grenfell di Londra, ammette che "il sostegno sul terreno alle famiglie che avevano bisogno di aiuto o di informazioni di base, nelle prime ore dopo questo disastro scioccante non è stato sufficientemente buono".

"Ha detto che ci vuole bene e che aveva tanta voglia di vederci perché la settimana prossima sarebbe dovuta tornare in Italia - ha svelato Marta, che insieme a Vanessa e Gloria formava un trio molto affiatato -". Il papà di Gloria ha registrato alcuni di questi file, poi consegnati all'avvocato Sandrin. "Non mi rendo ancora conto di quello che è successo, mi pare quasi di essere tranquilla, è una situazione inverosimile".

"Ho sentito la registrazione della telefonata di Gloria alla mamma". Sabato hanno fatto sapere che il numero è comprensivo dei 30 decessi già confermati. "Sto per andare in cielo, vi aiuterò da lì".