Rudiger, in Italia episodi razzismo

Rudiger, in Italia episodi razzismo

I nerazzurri non vorrebbero spendere più di 30 milioni mentre i capitolini ne chiedono 40. "Oggi guarderemo la partita, domani vedremo il campo per la prima volta e potremo sbirciare da vicino gli avversari - ha dichiarato ai media teutonici - Questo torneo sarà un'occasione per provare la mia bravura. Giocare a 3 o a 4 non è un problema". Mercato? Vedo gli sviluppi in maniera positiva. "Il gioco (in Italia, ndr) è molto improntato sulla tattica".

Sul calciomercato, invece, glissa: "Vediamo cosa succede, i club di Milano potrebbero diventare molto forti".

Oltre all'Inter, Rudiger ha diversi estimatori all'estero, specie nella Premier League inglese. Per me è incomprensibile, qualcosa va fatto. Poi, qualora l'avvertimento non dovesse bastare, mi piacerebbe che venisse interrotta la partita. Perché la cosa gli sta veramente a cuore e perché ha ragione lui, "è facile dire che le persone che non hanno lo stesso colore della pelle devono rimanere calme, ma nessuno può davvero sapere cosa si prova in quei momenti".

Il difensore non ha usato troppi giri di parole per fare il punto della situazione soprattutto per quanto concerne la Serie A, dove nulla è cambiato: "In giro si leggono tante pubblicità che recitano 'no al razzismo', ma in Italia niente è realmente cambiato".