Terrorismo: blitz Polizia, arrestato iracheno a Crotone

Terrorismo: blitz Polizia, arrestato iracheno a Crotone

Questo stesso uomo avrebbe cercato di fare proseliti per l'Isis tra i migranti del Centro d'accoglienza Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) di Crotone al fine di "redimere gli infedeli", che sarebbero gli occidentali - di cui era contento fossero stati uccisi negli attentati.

Crotone - Arrestato iracheno 29enne per terrorismo. Secondo la Digos di Crotone, l'arrestato, richiedente asilo, istigava alcuni ospiti del Centro Sprar di Crotone ad aderire all'Isis e a compiere atti terroristici. L'iracheno, considerato dagli investigatori persona violenta, è accusato di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione a delinquere.

Le indagini sono coordinate dalla Dda di Catanzaro.

L'iracheno, "ritenuto persona violenta e fortemente incline alle attivita' criminali, aveva manifestato esaltazione" in occasione del recente attentato terroristico di Manchester.

Fondamentali si sono rivelate le intercettazioni telefoniche in cui il giovane è stato ascoltato mentre parlava con la sorella alla quale riferiva che nonostante qualcuno gli avesse chiesto di tornare nel suo Paese per prendere parte alla guerra santa dell'Isis, proprio la condivisione dei principi del jihad lo avrebbero invece spinto a rimanere in Italia per "redimere gli infedeli".

Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 10.00 presso la Procura della Repubblica -Direzione Distrettuale Antimafia del Tribunale di Catanzaro.