Venezuela, fermato 25enne italiano originario di Molfetta: è accusato di terrorismo

Venezuela, fermato 25enne italiano originario di Molfetta: è accusato di terrorismo

Un paramedico italiano, Angel Faria Fiorentini, 25 anni, originario di Molfetta (Bari), è stato arrestato lunedì in Venezuela, a Caracas, mentre presta- va soccorso ai manifestanti di un corteo antigovernativo. Lo confermano fonti della Farnesina all'Adnkronos, precisando che il consolato generale è impegnato ad organizzare una visita consolare ed è in contatto con le autorità, la famiglia e i legali del connazionale. Ora Angel, madre italiana e padre venezuelano, rischia tantissimo.

"È una cosa inconcepibile, fuori dal mondo, basata su accuse assolutamente insensate o inventate. Ma è innocente, non ha fatto nulla", ha dichiarato al quotidiano La Repubblica l'avvocato del giovane, Andrés Perillo.

A detta del legale e degli amici che erano con Angel al momento dell'arresto, si sarebbe trattato di un'imboscata avvenuta durante alcuni disordini, non violenti come quelli che si stanno susseguendo in tutto il paese contro il presidente Maduro. In una lettera aperta, il presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, e il collega spagnolo, Mario Rajoy, si sono rivolti a Maduro, ricordando che "la Costituzione del 1999 prevede già i meccanismi utili a individuare una soluzione politica in grado di ricomporre i diversi interessi nel rispetto delle Istituzioni, delle leggi e della sovranità popolare". "Chiediamo che Maduro e il suo governo non reprimano il dissenso, rispettino la separazione dei poteri e la legittimità democratica dell'Assemblea nazionale così come i diritti umani, incluso il diritto a manifestare pacificamente".