YOUTUBE Assaltavano bancomat: presa la banda della "marmotta" a Torino

Il gruppo, composto da undici bosniaci, aveva colpito tra giugno e luglio dello scorso anno nelle province di Modena, Reggio Emilia, Ferrara e Vicenza e, secondo gli inquirenti, aveva la 'base' in un campo nomadi di Modena, dove risiede la maggior parte degli indagati.

Reati - Le accuse mosse a carico degli arrestati sono furto aggravato e continuato in concorso, ricettazione, riciclaggio e detenzione in luogo pubblico di materiale esplodente.

La tecnica utilizzata era quella della 'marmotta', ossia un ordigno che si inserisce all'interno degli sportelli bancomat per farli saltare. Il gruppo ha sempre utilizzato auto rubate per raggiungere le banche da assaltare. Due forzavano la fessura di erogazione delle banconote, mentre il resto della banda sfondava con una trave di ferro la porta vetri d'ingresso. Accertamenti in corso su altri bancomat esplosi in Canavese e in provincia di Torino.