Moda in lutto, è morta Carla Fendi

Moda in lutto, è morta Carla Fendi

Aveva 80 anni, e una lunga serie di complicazioni polmonari l'aveva più volte portata in clinica. Se ne va un'altra grande della moda, a poche settimane dalla morte di Laura Biagiotti. La figura di Carla Fendi può sembrare aver adombrato quella delle sorelle che, invece, lei ribadiva avessero un ruolo importantissimo (ognuno il suo) nell'azienda. Nel 1965 Fendi diventa la doppia F rovesciata che tutto il mondo conosce. "In questo momento non possiamo che dire "grazie Carla" per tutto ciò che hai fatto".

Delfina Delettrez è una designer di gioielli nonchè pronipote delle 5 sorelle, quarta generazione della famiglia Fendi. I primi tentativi andarono a vuoto, finché non arrivò il vulcanico, geniale Karl Lagerfeld, che è ancora lì, dopo 50 anni, affiancato da Silvia Venturini Fendi. A trasmettere a tutte la passione per la moda fu mamma Adele, che era solita ripetere loro: "Come le cinque dita di una mano, ognuna ha la sua funzione".

Addio a Carla Fendi. Lo scopo principale era di dare contributo e assistenza per preservare beni e valori culturali del passato e per garantirne la continuità e la crescita nel futuro, muovendosi nel campo dell'arte, della letteratura, del cinema, della moda, dell'ambiente e del sociale. Carla Fendi arriva al Festival di Spoleto negli anni Ottanta, a cui sceglie di legare il marchio della casa di moda. Di quell'attività disse: "Mio marito mi ha spinto a diventare una mecenate". "E come felicità, perché solleva lo spirito, è ossigeno in un mondo che ci travolge quotidianamente".

Carla Fendi, 80 anni, morta a Roma dopo una malattia che l'aveva aggredita negli ultimi anni, stasera si è ricongiunta in cielo con l'amore di tutta la vita, il marito Candido Speroni, che era scomparso nel 2013.