Morta Carla Fendi, signora della moda italiana

Morta Carla Fendi, signora della moda italiana

La quarta delle 5 sorelle Fendi, figlie dei fondatori della Maison, si è spenta a Roma questa sera.

È morta a 80 anni a Roma Carla Fendi, stilista alla guida dello storico marchio con le quattro sorelle.

Una vita al servizio della moda: Carla entra nell'azienda di famiglia alla fine degli anni '50, ancora giovanissima, per lavorare a fianco delle sorelle Paola, Anna, Franca e poi Alda.

Lutto nel mondo della moda.

Siamo come le cinque dita di una mano, diceva sempre nostra madre, ognuna ha la sua funzione.
"In questo momento non possiamo che dire 'grazie Carla' per tutto ciò che hai fatto per Spoleto e per l'Umbria". Inizia in amministrazione, poi presto è la volta della progettazione e poi una rapida ascesa fino alle pubbliche relazioni dell'azienda e ai rapporti con il mercato estero, in particolare l'America che porterà il marchio a diventare uno dei più apprezzati e valorizzati in tutto il mondo. Era l'uomo che sarebbe diventato suo marito, l'amore della sua vita. Ad un anno dalla scomparsa di suo marito, Carla Fendi ha voluto restaurare i due altari laterali del presbiterio nella chiesetta di Pieve di Santa Maria Assunta di Piancastagnaio, in provincia di Siena, città natale di Speroni.

Entusiasta del marchio di casa e delle meravigliose pellicce, sempre a bordo passerella e nei backstage anche dopo la vendita dell'azienda che è stata una delle prime acquisizioni dei francesi nel mondo del vero lusso italiano, Carla Fendi ha sempre avuto una grande passione per la cultura e per la musica classica, tanto da essere da lungo tempo una delle maggiori sostenitrici e mecenati del Festival di Spoleto, attraverso la Fondazione Carla Fendi nata nel 2007 anche per sostenere le arti, l'artigianato e il sociale.