Morto lo studente 22enne condannato a 15 anni in Corea del nord

Morto lo studente 22enne condannato a 15 anni in Corea del nord

E' morto Otto Warmbier, lo studente americano di 22 anni liberato nei giorni scorsi dalla Corea del Nord. Lo rende noto la famiglia in un comunicato diffuso lunedì dall'ospedale dell'Ohio dove era ricoverato dopo esser stato riportato negli Stati Uniti la scorsa settimana.

La famiglia ha ringraziato l'ospedale ma ha osservato che "sfortunatamente il terribile trattamento di torture ricevuto da nostro figlio per mano dei nordcoreani ha fatto sì che non fosse possibile altro esito di quello triste avvenuto oggi". Al suo rilascio era in coma con danni cerebrali in seguito a un arresto cardio-polmonare.

Lo studente universitario era stato condannato a 15 anni poiché avrebbe rubato uno striscione di propaganda della Corea del Nord.

Il regime della Corea del Nord aveva "spiegato" il deterioramento delle condizioni di salute dello studente dell'Università della Virginia con il botulismo (malattia rara causata da cibo contaminato e ferite sporche) e l'assunzione di sonniferi. Ma alla fine lo abbiamo portato a casa dai suoi genitori dover erano molto felici di vederlo nonostante le sue condizioni. Così il presidente Usa, Donald Trump, ha commentato la notizia della morte di Otto Warmbier durante un evento alla Casa Bianca.