Nuovo lutto nella moda: morta la stilista Carla Fendi

Nuovo lutto nella moda: morta la stilista Carla Fendi

Si è spenta a 80 anni Carla Fendi.

"Carla Fendi era innamorata di Spoleto e del suo Festival - continua Cardarelli - un sodalizio iniziato negli anni 80 che ha regalato alla città e alla sua principale manifestazione contributi preziosi in ambito culturale e artistico". Oggi sono in molti a ricordarne la figura, le sue opere e azioni. Abbiamo condiviso esperienze meravigliose. "Mio marito mi ha spinto a diventare un mecenate dell'arte", raccontava Carla, "e la bellezza e l'arte sono il mio credo". Ha legato la sua vita allo storico marchio al cui successo ha contribuito con le sorelle.

Passa dall'amministrazione alla progettazione e dagli anni sessanta si dedica anche al settore delle relazioni pubbliche puntando soprattutto sul mercato americano, che porterà Fendi a conquistare il mondo. Il suo cavallo di battaglia rimarrà sempre tuttavia la comunicazione e la pubblicità, la cura dell'immagine e tutto quello che ruota attorno al mondo commerciale del marchio.

"La morte di Carla Fendi ci addolora tutti".

"Il bello come cultura e la cultura come linfa vitale, è ossigeno in un mondo che ci travolge quotidianamente" aveva dichiarato la Fendi "Questo è il mio credo, e in questo metto tutte le mie energie".

Siamo come le cinque dita di una mano, diceva sempre nostra madre, ognuna ha la sua funzione. Sostiene inoltre la pubblicazione di opere letterarie, opere d'arte e libri finalizzati a far conoscere e divulgare la cultura.

Quando le 5 sorelle Fendi ereditarono il marchio, si pose il problema: nessuna delle sorelle sapeva disegnare, e bisognava ingaggiare uno stilista esterno. I due hanno festeggiato nel 2010 ben 50 anni di matrimonio e lui si è spento nel 2013 dopo una breve malattia. Ex farmacista nato in Toscana, aveva abbandonato la sua carriera sposando la "sua Carla" ed entrando nel clan Fendi nei panni del "marito consigliere" per il designer e l'organizzazione degli eventi, per 55 lunghi anni.