Usa, è morto lo studente americano rilasciato dalla Corea del Nord

Usa, è morto lo studente americano rilasciato dalla Corea del Nord

È morto in un ospedale dell'Ohio Otto Warmbier, lo studente americano rilasciato dalla Corea del Nord nei giorni scorsi, dopo 17 mesi, in stato di coma con un trauma al cervello.

I medici americani hanno riscontrato gravi danni celebrali dovuti a matrattamenti e torture.

Lo studente universitario era stato condannato a 15 anni poiché avrebbe rubato uno striscione di propaganda della Corea del Nord. Una punizione che gli Stati Uniti hanno dichiarata, estremamente sproporzionata rispetto al suo presunto crimine.

Il regime della Corea del Nord aveva "spiegato" il deterioramento delle condizioni di salute dello studente dell'Università della Virginia con il botulismo (malattia rara causata da cibo contaminato e ferite sporche) e l'assunzione di sonniferi.

Lo hanno liberato perché sapevano che non si sarebbe mai ripreso e non volevano avere questa rogna in casa. "Gli Stati Uniti condannano ancora una volta la brutalità del regime nordcoreano mentre piangono la sua ultima vittima" ha detto Trump in una dichiarazione diffusa dalla Casa Bianca. Arrestato all'aeroporto di Pyongyang a gennaio del 2016, secondo il regime Nordcoreano aveva commesso un "crimine contro lo stato". "Sembrava molto a disagio, quasi angosciato", hanno detto, ma è morto in pace".