Whatsapp a rischio, da luglio via dai vecchi telefoni. Whatsapp: cosa cambia

Whatsapp a rischio, da luglio via dai vecchi telefoni. Whatsapp: cosa cambia

Dal 30 giugno prossimo Whatsapp non sarà più disponibile su milioni di cellulari. Dall'1 luglio su diversi modelli non sarà più disponibile l'app di messaggistica istantanea. Qualora temiate il fatto di perdere tutte le conservazioni che avete gelosamente conservato, vi diciamo subito che queste possono essere trasferite, soltanto se si desidera utilizzare un dispositivo con lo stesso sistema operativo di quello precedente e dunque se si possiede un dispositivo con sistema operativo Android e si desidera rivedere le proprie conversazioni su un iPhone non sarà possibile, ma vi sarà comunque data la possibilità di inviare le proprie chat tramite email e di poterle così recuperare successivamente. [.] Circa il 70 per cento degli smartphone venduti all'epoca aveva i sistemi operativi offerti da BlackBerry e Nokia.

WhatsApp per Nokia e BlackBerry il cui addio era previsto il 30 giugno, sarà funzionante almeno fino a fine 2017.

Purtroppo, per chi è affezionato al proprio smartphone un po' vecchiotto, o per chi semplicemente non segue le mode e preferisce utilizzare il proprio device mobile fino alla fine naturale dei suoi giorni, c'è una brutta notizia: dopo che già nei mesi scorsi alcuni modelli avevano smesso di supportarlo, a breve altri molti modelli di smartphone obsoleti non permetteranno più di utilizzare WhatsApp. Ma quali sono i dispositivi interessati da questa novità? Il motivo per cui la app non funzionerà più per questi device è semplice: i dispositivi con le vecchie piattaforme software Nokia non permetterebbero agli utenti di sfruttare in pieno le potenzialità di WhatsApp, per cui è stato necessario prendere questa drastica decisione.

Nel corso degli ultimi anni il mondo degli smartphone ha subito una drastica rivoluzione, e WhatsApp si è adeguato.