Paura in Inghilterra: auto travolge fedeli musulmani

Paura in Inghilterra: auto travolge fedeli musulmani

"L'appello, dunque, è per tutti affinché sulla terra ci sia pace e amore tra i popoli". Momenti di panico durante la festa di Eid al-Fitr, ovvero quella che sancisce il termine del mese di digiuno per i musulmani. Da parte nostra - prisegue l'assessore - c'è tutta la disponibilità e la volontà di garantire a tutti i cittadini baresi il massimo rispetto del proprio credo, dando loro la possibilità quotidiana di osservare regole e scelte che garantiscano pluralità e conoscenze. "Bari è città aperta ad ogni cultura e sensibilità, e noi siamo convinti che il dialogo tra diversi ci renderà sempre migliori". L'incidente ha avuto luogo il giorno delle celebrazioni per la festa dell'Eid al-Fitr (la data esatta viene determinata osservando il ciclo lunare), ossia della fine del mese di Ramadan, ma non è terrorismo, anche se il panico che ne è conseguito era lo stesso e un bambino sarebbe in grave condizioni.

"Ci apprestiamo a vivere un giorno speciale - commenta Lorenzini - che rappresenta un momento religioso molto sentito dai Musulmani di tutto il mondo. Per fortuna la pioggia non ha disturbato il momento di preghiera e siamo riusciti a concludere la cerimonia in tutta tranquillità".

Ad accompagnare le massime cariche del municipio e della chiesa cattolica cittadina anche una delegazione composta dal presidente del consiglio comunale Roberto Bagnoli, rappresentanti della giunta e del consiglio comunale, oltre a circa duecento fedeli in preghiera tra cui giovani migranti arrivati da qualche mese. Successivamente tutti si alzeranno e si abbracceranno pronunciando queste parole: “Taqabbal Allah” (Che Allah accetti) o “Mabrouk AidKom” (Buona festa). Poi, come vuole la tradizione, le famiglie torneranno a casa lungo un percorso diverso dellandata, e andranno a fare visita a parenti e amici per trascorrere insieme una giornata in gioia e armonia.