Terracina, uomo annega dopo aver salvato i due nipoti

Terracina, uomo annega dopo aver salvato i due nipoti

In mare c'erano tre bambini, che si sono trovati improvvisamente in evidente difficoltà a causa della corrente e del mare mosso. Il settantareenne, romano, non è riuscito ad essere portato in salvo dai soccorsi che hanno provato a salvare almeno le due donne, la cui condizione è apparsa immediatamente grave.

In mare si sono quindi tuffati tre adulti, che hanno messo in salvo i bambini, ma si sono poi trovati a loro volta in difficoltà. Tragedia del mare ieri verso le 17 a #Terracina sul litorale laziale in un tratto di spiaggia libera nei pressi della foce del fiume Sisto in provincia di Latina. "Le condizioni fisiche dei bambini sono buone". Le verifiche da parte della Capitaneria di Porto di Terracina, guidata dal comandante Alessandro Poerio, proseguiranno sentendo tutte le testimonianze dei presenti. E' stato ricoverato all'ospedale di Terracina. Ma come è stato possibile un evento simile? Su un tratto di spiaggia libera non lontano dall'International Camping, che si trova sulla Strada Provinciale Badino, è stato lanciato l'allarme.

Nei momenti concitati del salvataggio è stato attivato il numero di emergenza 1530 per segnalare la presenza di bambini in difficoltà in mare.

Probabilmente è quello che è accaduto ai tre bambini, tutti sugli otto anni, che a un certo punto devono aver avuto problemi a uscire dall'acqua, dettaglio che non è sfuggito all'occhio del 73enne (sembrerebbe nonno di uno dei ragazzini) che è entrato in mare in loro aiuto. Sarà l'autopsia a stabilire la causa del decesso.