Vaccini obbligatori da 12 a 10: ecco quali vaccini diventano solo raccomandati

Vaccini obbligatori da 12 a 10: ecco quali vaccini diventano solo raccomandati

Oltre il calo del numero delle terapie di prevenzione, infatti, ci sono anche la riduzione delle sanzioni e la revisione del rischio di perdere la patria potestà per i genitori che.

Uno dei 285 emendamenti piovuti sul decreto (è in discussione alla Commissione Sanità del Senato) prevede una sorta di "alleggerimento" del testo. Con una obbligatorietà condizionata al raggiungimento della copertura vaccinale. Il decreto sembra però avviarsi verso un 'alleggerimento'.

La proposta presentata dalla relatrice del provvedimento sui vaccini, Patrizia Manassero del Pd e sostenuta da Emilia Grazia De Biasi, presidente della Commissione Sanità del Senato, infatti riduce da 12 a 10 i vaccini obbligatori per gli under 16, dichiarando i vaccini anti-meningococco B e C diventano "solo" raccomandati nonché gratuiti all'interno del Piano vaccini nazionale. L'emendamento mira a ridurre il numero dei vaccini previsti come obbligatori per l'iscrizione a scuola da 12 a 10, dove antimeningite B e C tornerebbero a essere semplicemente raccomandati. Una proposta che mira a rendere più flessibile il tema dell'obbligatorietà: i vaccini obbligatori restano i 6 già previsti come tali nell'esavalente, ovvero anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse e anti-Haemophilus B. Si vanno ad aggiungere l'anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella. Contraria all'emendamento il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che ha ribadito il valore scientifico del decreto sull'obbligo vaccinale previsto per l'iscrizione a scuola. Abbiamo sottolineato ripetutamente che per noi le vaccinazioni che dovrebbero essere somministrate sono tredici. L'emendamento, "verrà messo in votazione martedì prossimo".

Si tratta di prevenire l'infezione da batterio Streptococcus pneumoniae, molto diffuso nelle alte vie aeree di adulti e bambini.