Serie C, oggi è il giorno delle fideiussioni: rischiano in cinque

Serie C, oggi è il giorno delle fideiussioni: rischiano in cinque

Attraverso un comunicato stampa, infatti, la società biancoazzurra ha annunciato la mancata presentazione della fideiussione fondamentale all'iscrizione al prossimo campionato di Serie C.

In data odierna si è svolto un consiglio direttivo di lega per verificare la presentazione delle fidejussioni.

Il 20 luglio la sentenza definitiva ed il via libera ai ripescaggi.

Con questo quadro sono ancora diverse le situazioni in bilico, a partire da quella del Messina, che ieri ha fatto sapere che, a seguito delle operazioni di verifica e controllo effettuate dalla CO.VI.SO.C, l'indice patrimoniale della società relativo all'annualità 2016 non rispetta i parametri previsti dalla normativa federale vigente: per rientrare in questo parametro servirà un ulteriore finanziamento pari a 330.000,00 euro, che il club - rassicura - verserà entro il 7 luglio.

Non dovrebbero esserci problemi per quanto riguarda l'Akragas, che risulta abbia le carte in regole per l'iscrizione, così come sembra apparentemente sanabile la situazione debitoria del Messina (che ammonta a circa 200 mila euro). La proprietà della squadra siciliana ha ribadito a cedere le quote societarie anche a costo zero. Silenzio tombale anche da parte del Mantova: patron De Sanctis, proprio ai nostri microfoni, aveva dichiarato che avrebbe saldato il tutto, iscrivendo la squadra. Discorso a parte per l'Arezzo: la fidejussione verrà consegnata senza problema alcuno, e soprattutto senza che ne venga messa in dubbio la veridicità.

Strano il caso della Maceratese: cessione a 1 euro del club, tutto in fretta e furia e domanda di iscrizione consegnata praticamente al gong della scadenza fissata alle 19:00. L'iscrizione difficilmente sarà stata consegnata completa. Attualmente le squadre escluse dalla Serie C sono il Latina, club fallito, e il Como, team che non ha ottenuto l'affiliazione alla Figc. La speranza è che arrivi qualcuno che sappia portare rispetto ai lavoratori, ai tifosi e alla gloriosa storia di una società.