Alternanza scuola-lavoro. Il 16% degli studenti lavorerà quest'estate

Alternanza scuola-lavoro. Il 16% degli studenti lavorerà quest'estate

Tale nota è il risultato dilunghi confronti che ha portato al tassello finale che ritiene tale opportunità per gli studenti come con contributo studi che tende "a sviluppare competenze di tipo trasversale, oltre a quelle più specifiche legate alle discipline (...) imparare a leggere e a utilizzare altri codici, saper riconoscere regole e principi diversi, imparare ad orientarsi al di fuori del proprio ambiente umano e sociale utilizzando le mappe di una cultura altra esigono un impegno che va ben oltre quello richiesto dalla frequenza di un normale anno di studio", tale opportunità sarà inoltre utile per la futura carriera lavorativa degli studenti e anche per il loro bagaglio culturale.

Al via l'esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato di giovani che abbiano svolto attività di alternanza scuola-lavoro o percorsi di apprendistato "duale".

Alternanza scuola lavoro: a chi spettano gli incentivi? L'incentivo si applica anche ai giovani che hanno svolto periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione. Resta valido il termine dei sei mesi entro il conseguimento del titolo di studio. Gli sgravi durano 36 mesi a partire dalla data di assunzione o trasformazione del rapporto.

Purtroppo l'agevolazione non è universale né illimitata, dal momento che la legge di Bilancio prevede per questa misura dei limiti di spesa abbastanza stretti.

- 4,3 milioni per il 2022.

L'Inps darà risposta alla richiesta del datore di lavoro entro 48 ore dall'invio della domanda e calcolerà l'importo del beneficio e la spettanza dello stesso.

I datori di lavoro sono tenuti a compilare il modulo "308-2016", disponibile sul sito Inps nell'applicazione "DiResCo - Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente", sul sito internet www.inps.it.

- la tipologia oraria e l'eventuale percentuale.

Una volta ricevuto riscontro positivo da parte dell'Inps sulla prenotazione delle risorse, il datore di lavoro, entro 10 giorni di calendario, dovrà confermare la richiesta dell'agevolazione compilando il modulo di conferma, che potrà essere inviato solo dopo l'assunzione effettiva del lavoratore. "I datori di lavoro potranno fruire dell'agevolazione preventivamente autorizzata dalle procedure telematiche mediante conguaglio a partire da luglio 2017", conclude l'Inps.