Dragoni. Uccide la compagna con tre colpi di pistola al torace

Dragoni. Uccide la compagna con tre colpi di pistola al torace

Oggi una donna di 48 anni, Maria Tino, è morta in seguito a tre colpi di pistola.

Il movente è da ricondurre a motivi passionali.

"Stavano insieme e spesso li si vedeva litigare in strada" affermano amici e parenti della coppia, specificando che qualcuno avrebbe visto Massimo posizionarsi sotto casa della donna fino alle cinque del mattino per spiarla.

La 48enne aveva lasciato il suo convivente, la loro abitazione era a pochi passi dalla zona dove è avvenuta la tragedia.

Stando alle prime ricostruzioni dei carabinieri, la donna era seduta su una panchina quando l'uomo è arrivato all'appuntamento che i due avevano fissato, è sceso dalla macchina, ha estratto una pistola e ha sparato tre colpi diretti all'ex compagna. Per gli investigatori l'assassino è Massimo Bianchi, di 61 anni, che è stato immediatamente arrestato dai militari dell'Arma. Non risulta che la 49enne abbia mai denunciato situazioni di conflitto con l'arrestato. I due, ha raccontato l'uomo ai carabinieri e al pm Giuseppe Dentamnaro, stavano litigando e sarebbe stata lei ad aggredirlo minacciando di colpirlo con un coltello. Le coltellate che hanno raggiunto la donna non sono state numerose, ma una è stata mortale perché avrebbe reciso la giugulare.