Easyjet si prepara alla Brexit e lancia Easyjet Europe a Vienna

Easyjet si prepara alla Brexit e lancia Easyjet Europe a Vienna

Se ne parlava da tempo e i rumors si susseguivano continuamente; all'indomani della Brexit easyJet per cautelarsi aveva annunciato di aver iniziato l'iter di richiesta per un COA europeo, per far nascere easyjet Europe, visto che i aveva certificati di voli svizzero, non europeo, e britannico, in uscita.

Nasce EasyJet Europe, la cui sede sarà appunto nella capitale austriaca, con l'intenzione di richiedere il Certificato di Operatore Aereo (CAO) all'Austro Control ed e al Ministero Federale per i Trasporti, Innovazione e Technologia Austriaco (BMVIT). Che il vettore otterrà a breve.

Con la nascita di EasyJet Europe, la holding britanica, quotata alla Borsa di Londra, diventa un vettore pan-europeo con tre società distinte - una in Svizzera, una in Austria ed una in Regno Unito - tutte controllate da easyJet Plc.

Gli equipaggi che voleranno su EasyJet Europe sono già collaboratori della compgnia britannica che, in totale, possiede 100 velivoli e impiega circa 4'000 collaboratori in sei Paesi dell'UE.

Entra nel vivo l'operazione Brexit per easyJet, che si prepara a traslocare a Vienna con al nuova società easyJet Europe garantendo la continuità operativa su tutto il territorio europeo. Tutto lo staff della compagnia in Regno Unito continuerà a essere basato come oggi a Londra Luton e presso le altre 11 basi inglesi, mentre nuovo personale già assunto formerà la squadra basata in Austria. "L'anno scorso easyJet ha aumentato il numero di tali passeggeri del 60%".