Oculus lancerà un visore standalone economico (200 dollari) nel 2018?

Oculus lancerà un visore standalone economico (200 dollari) nel 2018?

Finora tutto quello che succedeva su Facebook Spaces non poteva essere visto dagli altri utenti, ma con la possibilità di condividere i Live anche sulla piattaforma social, tutti gli utenti del social network vedranno cosa succede nella realtà virtuale. Appena 2.3 milioni le unità vendute worldwide nel Q1 2017, secondo i numeri di IDC.

Il motivo non è poi tanto difficile da immaginare: la realtà virtuale, seppur sempre meno sconosciuta ai più, rimane in larga parte inaccessibile al grande pubblico. I dispositivi capaci di offrire esperienze di VR gaming davvero coinvolgenti sono tendenzialmente costosi e vanno supportati da macchine potenti, non alla portata di tutti.

Trattasi di una novità molto interessante che rende l'approccio social alla realtà virtuale ancora più interattivo. Se non consideriamo la proposta aggressiva di Sony con il suo Playstation VR (399 euro) che ovviamente si avvale dell'hardware della console giapponese. Il dispositivo, nome in codice "Pacific", non richiederà la connessione ad un PC o ad uno smartphone per funzionare correttamente - si tratterà quindi di un visore standalone; esteticamente riprenderà il design dell'attuale Rift rispetto al quale presenterà dimensioni più ridotte ed un peso inferiore - risulterebbe ancor più leggero rispetto al Gear VR di Samsung. "Posso confermare che stiamo effettuando investimenti nel settore VR Standalone, continueremo al tempo stesso a supportare i prodotti High-End VR e Mobile, come Oculus Rift e Gear VR". La stessa HTC ha annunciato la sua intenzione di costruire uno suo dispositivo standalone basato sul Google Daydream.

In quest'ottica Xiaomi rivestirebbe il ruolo di partner nella produzione di un visore che nel mondo porterebbe il marchio Oculus, ma sarebbe distribuito in Cina con una versione personalizzata del software e il brand della stessa Xiaomi.

Facebook, durante l'ultimo evento F8, aveva svelato Spaces, un'app per la realtà virtuale da utilizzarsi solamente all'interno del visore Oculus Rift.

L'arrivo sul mercato sarebbe previsto per il 2018, con un briefing con gli sviluppatori fissato per l'ottobre prossimo, occasione forse per acquisire qualche dettaglio in più rispetto ad un progetto che potrebbe arricchire ulteriormente il panorama della realtà virtuale.