Bonus asilo nido: dal 17 luglio la presentazione delle istanze

Bonus asilo nido: dal 17 luglio la presentazione delle istanze

Si comunica che dalle ore 10 del 17 luglio sarà possibile presentare la domanda per ottenere le "Agevolazioni per la frequenza di asili nido pubblici e privati", il cd.

Si tratta di un contributo per pagare le rette degli asili nido pubblici e privati oppure "forme di supporto presso la propria abitazione - si legge nel testo della manovra - in favore dei bambini al di sotto dei tre anni affetti da gravi patologie croniche", che quindi all'asilo non possono andare. Il richiedente dovrà essere colui che ha affrontato l'onere della spesa per quanto concerne l'asilo nido e dovrà essere anche convivente in caso di agevolazione per supporto domiciliare.

Trattandosi di norma di prima applicazione, il primo pagamento comprenderà l'importo delle mensilità documentate sino a quel momento maturate.

- avere cittadinanza comunitaria oppure avere il permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo. Per avanzare la richiesta è necessario avere la documentazione che testimonia l'avvenuto pagamento della retta per l'iscrizione all'asilo nido. Di fatto, perciò, il bonus nido è un rimborso. L'aiuto alle famiglie è al centro dell'azione del Partito democratico: il bonus asilo nido è una misura introdotta con l'ultima finanziaria rivolta a dare un sostegno concreto a tutte le famiglie che hanno bambini di età inferiore ai tre anni.

L'erogazione del bonus avverrà con cadenza mensile e sarà parametrato in 11 mensilità per quanto concerne la frequenza dell'asilo nido e in unica soluzione per il supporto domiciliare. Per un chiarimento su come funzioni la seconda rimandiamo alla scheda dell'Inps. Potrà richiedere l'assegno mensile all'Inps il genitore che sostiene le spese dell'asilo e la mamma o il papà che coabita con il figlio in caso di assistenza a domicilio. A differenza di altri assegni familiari, come il bonus bebè, la carta maternità o il bonus baby sitter, i 1000 euro in questione potranno essere elargiti a prescindere dal proprio reddito familiare: le possibilità, dunque, saranno aperte a una range molto vasto di richiedenti, che dovranno affrettarsi a farne domanda visto che la copertura, per quest'anno, corrisponde a 144 milioni di euro totali. Nel dettaglio, si può chiedere il bonus asilo nido direttamente dal sito Internet dell'Inps accedendo ai servizi telematici per il cittadino utilizzando il Pin dispositivo, la CNS - Carta Nazionale dei Servizi, oppure SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.