Calciomercato Inter, Sabatini: "Vidal e Nainggolan interessano, Di Maria non serve"

Calciomercato Inter, Sabatini:

Al mio arrivo a Milano ho fatto visita a Moratti, ho respirato la storia del Club. "Mi ha mandato un biglietto di auguri anche Ernesto Pellegrini". "Sceglierlo come allenatore dell'Inter - spiega Sabatini - è stato spontaneo e fisiologico". Ausilio, che raggiunto dai microfoni di SkySport ha messo i puntini sulle 'i' riguardo ad alcune trattative. Ma non lo considero un modello, non è il nostro modello. "Noi invece vogliamo riselezionare il gruppo di lavoro per valutare i ragazzi e poi valutare le integrazioni". Pinamonti ha le qualità per essere il vice Icardi, Spalletti è impressionato dal ragazzo, i presupposti ci sono. Ma non mi sorprende. Abbiamo il nostro profilo, la nostra strategia e tra noi società e la proprietà e l'allenatore sappiamo come integrare la squadra. Non vogliamo acquistare nomi, ma fare scelte concrete. Per la difesa si prova a stringere per Dalbert, il laterale sinistro ieri è uscito allo scoperto dichiarando di volere l'Inter, a quando la fumata bianca? Sappiamo di doverne fare altre e le faremo. "Suning è conosciuto da tutti, pretende che ci sia tra i due club un rapporto di collaborazione, anche se al momento questo è ancora da perfezionare perchè siamo agli inizi". Spalletti ci chiede di tenerlo, c'è un forte interesse del Manchester United che conosce le nostre intenzioni. Perisic è un giocatore formidabile, ma la certezza è che i prezzi li fa l'Inter. E' bello sognare, ma vogliamo costruire la squadra con logica. Ciò detto, da parte di tutti mi auguro che vengano mantenuti i giusti comportamenti. Ha voglia di imparare e diventare importante. Di Maria è fortissimo, ma non credo abbia quelle caratteristiche. Non sono un grande tattico da sala stampa. Così come il fatto che sarà un'operazione quasi impossibile. Sembrava ad un passo dalla Juventus, ma l'imminente passaggio di Bernardeschi in bianconero potrebbe favorire l'Inter nell'acquisizione dell'ex Barcellona. Le promesse che gli abbiamo fatto? E per farlo, bisogna puntare su un mercato mirato con almeno un paio di giocatori di caratura internazionale da aggregare alla rosa.

Il montenegrino piace moltissimo al DS giallorosso Monchi che lo ha avuto con se al Siviglia. Nessuno ci può influenzare, neanche il Milan, saremmo come delle foglie. "Ho qualche lacuna e io devo essere compensato", ha sottolineato Sabatini.

NAGATOMO - "Piace a Spalletti, però vedremo se resterà o meno perché nel suo ruolo arriverà un altro giocatore".