Droga, sorpreso con cinque ovuli di cocaina addosso: pusher in manette

Droga, sorpreso con cinque ovuli di cocaina addosso: pusher in manette

Stamani i militari dell'Arma della locale Compagnia e della stazione di Pescara Scalo, coordinati dal maggiore Claudio Scarponi e dal luogotenente Antonio Mingolla, hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di tre cittadini sudamericani.

Due gli arresti eseguiti questa mattina a carico di un 36enne venezuelano e di un 59enne di origine colombiana. Una terza persona è ricercata.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip del tribunale di Pescara, Luca Sarandrea, su richiesta del Pm Andrea Papalia. Sotto il letto è stato trovato anche un bilancino di precisione.

I due giovani procacciavano clienti all'interno di un bar di Monteverde e organizzavano lo spaccio grazie all'utilizzo di automobili con vani segreti per la droga.

Nelle perquisizioni portate a termine all'alba di oggi i carabinieri hanno recuperato in casa del giovane venezuelano 12mila e 500 euro in contanti.

Le particolari modalità di occultamento e confezionamento della sostanza non lasciavano alcun dubbio sulla destinazione della stessa allo spaccio, pertanto per L.A., sono scattate le manette, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di droga e, su disposizione della Procura di Trani (BT), è finito agli arresti domiciliari.