Tuffi, Mondiali: Rinaldi e Tocci da 1 metro con la Cagnotto telecronista

Tuffi, Mondiali: Rinaldi e Tocci da 1 metro con la Cagnotto telecronista

Buona la prima, o meglio, buonissima la prima: l'Italia dei tuffi parte come meglio non si poteva, inanellando due qualificazioni di assoluta qualità nel trampolino da 1m e portando due atleti in finale con qualche (recondita e malcelata) speranza di medaglia. Il ricco calendario (consulta il programma completo) propone nella prima giornata sia i tuffi che il sincro: alle ore 11 di mattina si inizia con i tuffi con con le qualificazioni dal Trampolino 1 metro uomini mentre alle ore 16 sarà la volta delle donne; stessi orari, 11 e 16, per le qualificazioni del solo tecnico del sincro.

Il vicecampione europeo è ora pronto per la finale, in programma domenica alle 15.30, in cui assicura di voler "sparare tutte le cartucce" per cogliere qualcosa di importante. E' anche vero che il metro è la gara femminile che negli ultimi anni ha parlato meno cinese di tutte: tre successi in nove edizioni, con l'ultimo smacco firmato da Tania Cagnotto nel 2015. 263.05 i suoi punti, che tra l'altro sono migliorabili nella finale di domani, nella quale ci sarà una sola cinese da affrontare: la giovane promessa Chang è infatti uscita nelle eliminatorie, dominate dall'australiana Keeney, che precede l'altra cinese Chen Yiwen, non in grande spolvero.

La savonese, molto concentrata, incanta il pubblico presente grazie ad un esercizio pulito, danzato sulle note di "E lucevan le stelle" dalla Tosca. Azzurre avanti anche nel doppio tecnico: Linda Cerruti e Costanza Ferro, sulla musica di L'estate di Antonio Vivaldi, si piazzano seste con 87.6125, sebbene nelle intenzioni della vigilia cìera l'auspicio di ottenere qualcosa in più.

Sarà un programma variegato, quello della seconda giornata dei Mondiali di Budapest: aprono la giornata gli highlander del nuoto in acque libere, con la 5km che vedrà in gara Andrea Manzi e Mario Sanzullo, primi italiani a gareggiare nel bacino del Lago Balaton.