Nizza, un anno fa la strage: 86 morti, 6 italiani

Nizza, un anno fa la strage: 86 morti, 6 italiani

Polemica sul settimanale Paris Match.

Ma nel giorno della festa nazionale il pensiero è andato per tutti a Nizza, la città che esattamente un anno fa ha subito l'attacco terroristico dell'uomo, poi ucciso, che alla guida di un camion sfrecciò sulla Promenade des Anglais, il viale pedonale del lungomare, travolgendo e schiacciando decine e decine di persone.

Il camion percorse un tratto di 2 km, a zig zag, alla velocità di 80 km/h. Sulla vicenda è intervenuta anche la procura di Parigi, che ha anche aperto un'inchiesta per "violazione del segreto investigativo" e ha richiesto il ritiro immediato delle copie dalle edicole. Così come forte ed unanime resta la condanna di ogni forma di violenza terroristica, che purtroppo nei mesi successivi alla strage di Nizza non ha smesso di colpire decine e decine di persone innocenti, in Europa e non solo.

Contro la pubblicazione del reportage si erano schierati il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, e due associazioni di vittime della strage mentre diverse edicole della città avevano annunciato il boicottaggio delle vendite. Il tribunale civile però ha dato ragione a Paris Match che ha rivendicato la sua libertà ad informare. Secondo il direttore del settimanale, Olivier Royant, le immagini sono "vedute da lontano, in campo lungo, senza identificazione possibile delle vittime" e vengono pubblicate per "una maggiore comprensione degli eventi".