Palermo, Tedino: "Stiamo lavorando con serietà ed entusiasmo"

Palermo, Tedino:

Appena giunto in Austria, il patron rosanero ha rilasciato alcune dichiarazioni sul futuro imminente della società e sui progetti di calciomercato. L'offerta e il programma del gruppo dell'ex "Iena" non hanno convinto lo storico proprietario che ha deciso dunque di far saltare tutto. Ho parlato con allenatore e direttore sportivo. Ho rifiutato 15 milioni per Nestorovski, 7 per Aleesami. "Mi piacerebbe pero' vedere due-tre principi che abbiamo messo in campo in questi giorni e sono sicuro che se ne vedranno anche di piu'".

Spero fra sette o otto giorni di non essere più il presidente del Palermo, trovando chi mi sostituisce.

"Stiamo costruendo una squadra competitiva e stiamo facendo tanti sforzi, anche con Tedino e Lupo".

Dopo i cortei di poche settimane fa, i sostenitori son tornati ad alzare la voce soprattutto dopo il mancato closing con la cordata di Baccaglini. Sono in attesa dell'arrivo di Cascio dagli Stati Uniti e dei suoi avvocati.

Tra mille incognite per quanto concerne l'ambito societario, il Palermo si appresta a iniziare il campionato di Serie B, dopo la terribile retrocessione della passata stagione. "Premesso che Zamparini è il nostro nemico numero 1 - dicono - e che il nostro obiettivo è mandarlo via dalla nostra città e che nessuno ci comanda, noi non diserteremo, rispettiamo il pensiero di tutti, ma noi crediamo che non sia per niente la soluzione migliore". Voleva venire a fine luglio, mi ha detto di non dare via Nestorovski e altri. Lo Faso sarebbe andato via solo se fosse arrivato Marcel.