Bomba d'acqua a Scilla: strade invase da acqua e fango

Bomba d'acqua a Scilla: strade invase da acqua e fango

Il responsabile provinciale di Reggio CALABRIA della protezione civile Antonio Morabito, che ha coordinato gli interventi, ha concordato con l'Anas il restringimento della carreggiata sulla statale 18 mediante posizionamento di una barriera di new jersey in cemento. Un violento temporale si è abbattuto anche sulla città di Reggio Calabria, ma è tutta la provincia a fare i conti con il maltempo. Sono stati i rocciatori del Soccorso alpino e speleologico, intervenuti a supporto della Protezione civile regionale, ad effettuare la verifica risalendo, in arrampicata con funi, la parete verticale sovrastante l'abitato di Scilla.

In particolare, i pompieri hanno soccorso persone in località Oliveto di Scilla nonchè presso il Lungomare, il Largo Santa Maria delle Grazie e il lido Costa Viola dello stesso Comune.

Una grossa frana sulla Strada Statale 18 "Tirrena Inferiore" ha determinato la chiusura della statale proprio tra Scilla e Bagnara, per un tratto di ben 10 km. Resta chiuso invece a Villa San Giovanni il tratto dal km 514,000 al km 517,000.

Il lucernario della chiesa madre della frazione superiore di Caulonia è stato lesionato da un fulmine che, oltre a colpire la chiesa, ha innescato un incendio che ha interessato il sotto tetto della chiesa. Non sembra ci siano danni importanti, ma molte autovetture sono state trascinate dall'acqua che ha inondato le strade cittadine che al momento sono impraticabili.

Danni anche a Lipari, in provincia di Messina, dove la pioggia torrenziale durata una decina di minuti ha causato diversi danni e un fiume in piena è partito dal torrente Ponte ed è finito in via Roma, a due passi dalla piazza-salotto di Marina Corta, e nelle case.