La Cina censura Winnie the Pooh: "Deride il presidente"

La Cina censura Winnie the Pooh:

Uno degli orsacchiotti più famosi del mondo, l'ormai 91enne Winnie the Pooh, inventato nel 1926 dallo scrittore inglese Alan Alexander Milne, ieri è stato censurato dal governo di Pechino, con la sua immagine ed il suo nome banditi dalle piattaforme social cinesi. Il celebre orso protagonista dell'omonimo cartone animato è stato censurato nel fine settimana su tutti i social media cinesi, dove veniva bloccata la pubblicazione di post e messaggi che includessero il nome dell'orsetto.

Su internet circolano diversi collage di foto divertenti che mettono in risalto la somiglianza tra Xi Jinping e Winnie the Pooh. Tempo fa infatti circolarono sul web immagini del presidente cinese a braccetto con Obama, affiancate a disegni di Winnie e Tigro che camminavano nella stessa posizione.

Ma evidentemente questo tipo di ironia non è ben accetta nel Paese asiatico.