Sampdoria, Ferrero: "L'aritmia di Schick? Una farsa"

Sampdoria, Ferrero:

E a chiunque dubiti che ci siano ancora club interessati a Schick dopo gli accertamenti medici effettuati, Ferrero risponde così: "Se la trattativa con la Juve non si chiude, ci sono almeno 4 club pronti a trattarlo" e conclude: "Schick è sanissimo, certe voci contrarie al suo stato di salute rischiano di danneggiare l'immagine di uno dei talenti più splendenti del calcio europeo". La Juventus se n'è accorta subito, ed ha puntato forte sul giocatore ceco fin dal termine del campionato. Si parla di un'aritmia cardiaca, con il club bianconero all'oscuro di tutto. Oggi si chiarirà il caso Schick ma per il Viperetta non è un caso, "è una farsa". In primo luogo c'è l'interesse del ragazzo ad avere una diagnosi del problema precisa, questo prescinde da tutti gli aspetti economici che inevitabilmente sono sul piatto. "Andrà alla Juve, altrimenti ce lo riprendiamo noi - le parole di Ferrero, riportate dal 'Secolo XIX' - e aggiungerei un bel 'magari' visto che ora la clausola rescissoria è decaduta e possiamo venderlo non a 30 ma anche a 40-50 milioni".

L'accordo con Marotta è per un pagamento su base triennale di 30,5 milioni di euro, l'idea è di convertirlo in un prestito con diritto di riscatto, ipotesi che Ferrero rigetta però con forza: "Non arretreremo di un millimetro rispetto agli accordi già presi". Tuttavia, qualsiasi sarà l'esito di questi ultimi esami strumentali, la Sampdoria non ha intenzione di mutare la formula con cui si era precedentemente accordata con la Juventus: i blucerchiati rimangono fermi sul vendere il giocatore "a titolo definitivo", e scartano l'eventualità del prestito richiesto recentemente dalla Juventus. La Juventus lo ha bloccato da tempo e, non dovessero esserci ulteriori problemi fisici, l'operazione diverrà ufficiale a giorni. "Ma anche a quaranta o a cinquanta".